La presente pagina di teoria musicale è orientata verso persone aventi già una certa nozione musicale; non verranno quindi
trattatte le nozioni fondamentali, la simbiologia musicale, se non strettamente correlate all'argomento in corso. L'ordine degli
argomenti trattati è casuale e tendenzialmente rispecchia i capitoli presenti in queste pagine, come scale, accordi, ecc.

UN PO' DI TEORIA

La teoria musicale può essere definita come un insieme di metodi per analizzare, classificare e comporre la musica ed i suoi
elementi. In senso più stretto può essere enunciata come la descrizione a parole degli elementi che la contraddistinguono e
delle relazioni tra la notazione musicale (semiografia) e la sua esecuzione.
Lo studio accademico della musica viene chiamato musicologia.
La teoria della musica cerca generalmente di minimizzare il lavoro di composizione e di esecuzione di brani musicali ad un
insieme di regole e idee astratte. In generale le produzioni riguardanti la teoria musicale cercano sia di definirne la pratica sia
di influenzarne l'esecuzione; conseguentemente essa dipende in larga misura dalla pratica e pariteticamente suggerisce future
esplorazioni.
La teoria musicale, nella tradizione occidentale, tratta dell'armonia (due o più suoni emessi simultaneamente) e del
contrappunto (studio della combinazione e sovrapposizione di melodie più o meno indipendenti), pertanto utilizza queste per
creare delle strutture musicali più ampie e la creazione della melodia (combinazione dell'altezza delle note con il ritmo).
I suoni, costituiti da onde di compressione del mezzo attraverso cui si propagano (generalmente aria), vengono descritti dalla
teoria musicale che delinea inoltre le relazioni tra i suoni generati e la percezione degli stessi.
Lo studio di come gli esseri umani interpretano i suoni è chiamato psicoacustica.
Nella musica queste onde non sono misurate tipicamente con la loro lunghezza d'onda o con il loro periodo, ma con la loro
frequenza. Tale frequenza di risonanza è determinata dalla struttura fisica dell'oggetto e la serie degli armonici naturali delinea
le differenti frequenze alle quali gli strumenti vibrano. Queste frequenze vengono a loro volta rafforzate dalle casse armoniche
degli strumenti, la cui grandezza e forma genera differenti timbri.
Gli aspetti fondamentali del suono e della musica sono descritte come altezza (classificazione dei suoni in base alla loro
frequenza od alla distanza relativa da una data frequenza di riferimento - generalmente il LA - la differenza di altezza fra due
note è definita intervallo; la ricorrenza di questi intervalli sono disposti in scale e modi musicali), durata (prolungamento del
suono nel tempo; per rappresentare tale durata vengono utilizzati dei simboli grafici posti sul pentagramma denominati
notazione musicale), intensità (forza con cui viene emesso un suono), e timbro (caratteristica del suono che consente di
discriminare le differenti fonti sonore: la stessa nota suonata da uno strumento a corda è differente da quella suonata da uno
strumento a fiato).

 

    ARMONIA
  ANALISI ARMONICA
  VARIAZIONE DI UNA MELODIA
  REGOLE DI ARMONIA
  TONALITA' D'IMPIANTO
  TRIADI & TETRADI
  MODULAZIONE
  CADENZE
     
   

.BASE

  CIRCOLO DELLE QUINTE
  INTERVALLO MUSICALE
  TEMPI SEMPLICI E COMPOSTI
  SOLFEGGIO GRUPPI RITMICI
     
    ACCORDI
  DOMINANTE SECONDARIA
  NONA DI DOMINANTE
  AFFINITA' FRA ACCORDI
  STATO FONDAMENTALE E RIVOLTI
  SPECIE DI SETTIME
     
    SCALE
  SCALE & MODI
  SCALA MUSICALE
  GRADI DELLA SCALA
  ARMONIZZAZIONI SCALE
  FAMIGLIA DIATONICA MAGGIORE
  FAMIGLIA MINORE ARMONICA
  FAMIGLIA MINORE MELODICA
  SCALA PENTATONICA
     

 

last updated on:  04 febbraio 2015

 

 

 
TrainGuitar.com - sito ottimizzato per Internet Explorer
(con IE11 si consiglia di aggiungere il sito a Visualizzazione Compatibilità)
Mozilla Firefox può dare problemi di visualizzazione grafica
per una corretta visualizzazione si consiglia un'impostazione video min di 1024x768 max di 1920x1080
 
   ufficialmente online da:
 
 
 
All trademarks are the property of their respective owners
Copyright © 2001-2017 trainguitar.com
GUITAR TRAIN...ING
Welcome  
you're the site page visitor number